La Forcella Marcoira e il Lago di Sorapiss dal Passo Tre Croci

pubblicato in: Veneto | 0

Il Lago Sorapiss è uno dei luoghi più conosciuti delle Dolomiti, posto alle pendici del versante nord del grande Gruppo del Sorapiss. La sua particolarità, che lo rende parecchio famoso e molto frequentato, sta nella luce che emette caratterizzata da un azzurro molto intenso. L’itinerario ad anello prefissatoci, con partenza dal Passo Tre Croci (a poco più di 10 min dal centro di Cortina d’Ampezzo), nonostante presenti qualche breve tratto esposto, e comunque ben attrezzato, è consigliato praticamente quasi a tutti, poiché non presenta notevoli dislivelli.

Come arrivare al Lago Sorapiss e Rifugio Vandelli dal Passo Tre Croci

Per raggiungere il Lago Sorapiss e il Rifugio Vandelli, il punto di partenza più conosciuto è il Passo Tre Croci, situato a metà strada dal centro di Cortina d’Ampezzo e dalla località di Misurina. Da qui, per arrivare al lago si hanno due percorsi:

  • imboccare direttamente il sentiero 215 e ripercorrerlo a ritroso, svolgendo così un’uscita più breve e con un dislivello lieve;
  • effettuare un’escursione ad anello, più impegnativa, ma anche più panoramica, come descritto in questo articolo; si percorre la mulattiera CAI 213 e si sale sino alla Forcella Marcoira; superati due brevi tratti esposti ma, ben attrezzati, prima si scende in direzione del lago e del Rifugio Vandelli e, successivamente, si chiude il giro attraverso il facile sentiero 215.
Difficoltà: E
Tempi di percorrenza: 3.00 h per raggiungere il Lago Sorapiss salendo alla Forcella Marcoira, 2.00 h ritorno al Passo Tre Croci
Dislivello complessivo: poco più di 600 m
Punto di partenzaPasso Tre Croci 1805 m
Punto d’arrivoPasso Tre Croci 1805 m
Quota massima: Forcella Marcoira 2307 m
Presenza rifugi e/o bivacchi: Rifugio A. Vandelli al Sorapiss 1928 m
Segnaletica: sentieri CAI 213, 216, 215
Note aggiuntive: dopo la Forcella Marcoira sono presenti alcuni brevi tratti esposti ma, comunque, ben attrezzati
Mappa e traccia GPS del percorsoGPSies - Forcella Marcoira e Lago di Sorapiss

Dal Passo Tre Croci salita alla Forcella Marcoira: sentieri 213 e 216

Dal Passo Tre Croci, in prossimità dell’hotel, imbocchiamo la mulattiera CAI 213 immergendoci nel bosco che, con costante salita, ci permette di raggiungere con facilità il bivio di Tardeiba dove, ovviamente svolteremo a sinistra intraprendendo il sentiero CAI 216, in direzione della Forcella Marcoira e del Rifugio Vandelli.

Il paesaggio, in prevalenza erboso, man mano che ci si avvicina alla forcella, diventerà sempre più roccioso e ghiaioso fino al suo raggiungimento. Dalla Forcella Marcoira, senza dimenticare la stupenda vista che stiamo lasciando alle spalle, sulle Tofane e sul Monte Cristallo, il panorama si aprirà sul piccolo e caratteristico altopiano del Ciadin del Loudo, dove proseguiremo. Lungo questo tratto, incontreremo un breve e facile tratto esposto adeguatamente attrezzato, che ci permetterà di aggirare le Cime Ciadin del Loudo, con nuovamente un magnifico ed immenso panorama di tutta la zona di Misurina, sino ad arrivare alle famosissime Tre Cime di Lavaredo.

Discesa al Lago di Sorapiss, il Rifugio Vandelli e il sentiero 215

Passato l’ultimo punto “critico” accennato nel precedente paragrafo, comincerà una lunga e ripida discesa tra mughi in direzione di un’intensa “chiazza” azzurra, già visibile durante la discensione: il Lago di Sorapiss.

Scesi praticamente a valle, all’incontro del bivio del sentiero 215, continuiamo verso destra, permettendoci così di aggirare interamente il lago, offrendoci un panorama splendido da qualsiasi punto lo si guardi: verso sud, con lo spicco inconfondibile del Dito Di Dio, verso nord con nuovamente le vedute del gruppo dei Cadini di Misurina e delle Tre Cime di Lavaredo; costeggiato il lago ne approfittiamo inoltre dell’occasione nel passare anche sull’immediato Rifugio Vandelli.

Dal rifugio, riprendiamo quindi la nostra camminata ritornando al bivio incontrato in precedenza dove, cominceremo a chiudere il nostro anello proseguendo verso destra, lungo il sentiero CAI 215 caratterizzato, nella prima parte da una larga cengia ben attrezzata e da una scaletta metallica con passamano e, successivamente su sentiero sterrato ben percorribile, lungo gli Orti di Marcoira che, con lievi saliscendi, ci accompagneranno diritti sino al Passo Tre Croci.

Segui Sebastiano Spigolon:

Tecnico informatico

Iscritto dal 2015 presso il CAI di Padova come socio ordinario, ho deciso di creare questo sito web per condividere con tutti le escursioni che ho effettuato, sia per i neofiti che vorrebbero, chissà, iniziare, sia per gli escursionisti incalliti aventi già una buona esperienza dell’ambiente montano dove, ogni vostro consiglio, osservazione e parere sarà bene accetto. Per info e contatti: sebastiano@itineraridimontagna.it e pagina "About me".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.